Scuola: perché i precari non vogliono il concorso

di Isabella Buono, Matteo De Giuli, Roberta Fulci

Martedì scorso è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il bando del concorso per l’assunzione di 11.542 docenti nelle scuole di ogni ordine e grado.

Secondo il Ministro Profumo, il concorso è un primo passo per aprire le porte ai giovani e fare largo alla meritocrazia. Precari della scuola e sindacati parlano invece di concorso-truffa. Per capire perché siamo andati alla manifestazione che hanno organizzato sabato 22 a Roma.

Annunci