Il Michelangelo dei bonsai

di Luca Ciprari, Rita Giuffredi, Antonio Pilello, Elena Rinaldi

Il Parco San Giovanni di Trieste ha ospitato, il 14-15 aprile 2012, la settima edizione della mostra “Horti Tergestini”, la più importante fiera di piante e arredi per il giardino del Friuli Venezia Giulia. L’obiettivo di questa manifestazione è quello di aumentare la cultura del verde nei cittadini, attraverso conferenze, laboratori e dimostrazioni dal vivo. Un vero e proprio arcobaleno di colori e voci ha invaso le strade del comprensorio dell’ex Ospedale Psichiatrico, richiamando numerosi partecipanti.

Grande interesse ha suscitato, in particolare, lo stand dell’associazione Amatori Bonsai Trieste, i cui soci hanno mostrato la tecnica di lavorazione di una pianta da vivaio. I visitatori hanno anche potuto ammirare e fotografare la ricca collezione dell’associazione, le cui piante sono delle vere e proprie opere d’arte in continua evoluzione. Queste, infatti, non smettono mai di crescere e devono essere accudite con costanza e amore, quasi come un figlio. Non è un caso, dunque, che molti appassionati diano un nome alle loro creazioni e ne parlino con grande trasporto.

La tecnica bonsai, nata in Cina e perfezionata in Giappone, è strettamente legata alla filosofia seishi, ovvero l’arte di dare una forma e di coltivare una pianta, ma sempre nel rispetto della natura. Abbiamo chiesto a Giorgio Rovati, presidente dell’Amatori Bonsai Trieste, di raccontarci la sua esperienza con il mondo del bonsai, iniziata negli Sessanta con la raccolta di una pianticella di pino mugo di 20 cm, diventata oggi un bel bonsai di 60 cm.

Secondo il maestro triestino, una buona tecnica non può, da sola, garantire la creazione di un bonsai dal grande valore artistico. I fattori determinanti sono invece la passione e la costanza, qualità purtroppo oggi non comuni. Rovati ci ha confessato, infatti, di provare una certa preoccupazione.

Chi si occuperà, in futuro, dei suoi piccoli bonsai?

letterina di un piccolo bonsai al padre

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...